Museo Archeologico del Compito

Da Marzo 2005, in convenzione con l’Amministrazione Comunale di Savignano, Koiné cura la valorizzazione socio-culturale del Museo occupandosi in particolare di didattica, eventi e regolare apertura settimanale con visite guidate.

  

 Situato lungo la Via Emilia, alle porte di Savignano sul Rubicone, in località San Giovanni in Compito, il Museo Archeologico del Compito “Don Giorgio Franchini” si forma nel 1930, grazie all’impegno del parroco del paese, al quale è stata intitolata la struttura. Aiutato da bambini e adulti, egli ha raccolto tutto ciò che emergeva dalla superficie dei terreni situati nei pressi dell’antica Pieve romanica, riuscendo così a formare un primo nucleo museale proprio nella canonica dell’edificio religioso. La passione del parroco avvicinò moltissimo la popolazione di Savignano al Museo del Compito: negli anni ’70 esso poteva già vantare più di mille reperti, tra cui circa 500 monete. Il valore dei materiali del Museo doveva essere davvero notevole, tanto che nel 1978 fu preda di un consistente furto, che portò alla chiusura della struttura per vent’ anni. A partire dal 1995 gli scavi diretti dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna hanno riportato alla luce importanti strutture nell’area del Compitum arricchendo ulteriormente la collezione, che, nel 1998, è stata riallestita, ad opera del Comune di Savignano sul Rubicone, nella vecchia scuola elementare di San Giovanni, a lato della Pieve. L’esposizione attuale segue un percorso cronologico puntuale: dalle testimonianze di una frequentazione dell’area già a partire dell’età preistorica, intensificatasi in età protostorica, fino a raggiungere il massimo sviluppo tra la tarda repubblica e i primi secoli dell’impero. L’abitato del Compitum declina nel V secolo d.C. quando la popolazione si rifugia nell’attuale area di Castelvecchio.

 AREA ARCHEOLOGICA DEL COMPITO

 A monte della Via Emilia sono stati effettuati, tra il 1995 e il 2000, degli scavi archeologici in occasione della costruzione di un grande edificio. In questa circostanza sono state recuperate 12 fornaci di età protostorica: una è stata musealizzata, le altre sono state inglobate nella nuova costruzione ed è possibile vederle ancora in situ attraverso una vetrata pavimentale. Oltre alle fornaci gli scavi hanno portato alla luce delle buche di palo pertinenti ad una capanna e resti di pasto di età preistorica, una necropoli con 114 tombe prevalentemente del tipo "alla cappuccina" con oggetti di corredo che vanno dal IV a. C. al V d. C.. E’ stata inoltre intercettata una strada glareata che incrociava l'Emilia, successivamente reinterrata.

 L'area Archeologica interessata dagli scavi può essere visitata o unitamente al museo (previa richiesta) o in maniera autonoma. La visita alle fornaci per chi sceglie di recarsi autonomamente sugli scavi, deve essere concordata dai singoli utenti contattando la ditta GM (proprietaria della sala contenente le fornaci), durante gli orari di apertura degli uffici.

 LA PIEVE DI SAN GIOVANNI IN COMPITO

 La prima attestazione documentata della chiesa di San Giovanni in Compito risale al VII secolo.

 Se ne perdono poi le tracce fino al X secolo, quando ricompare in una pergamena col titolo di “pieve”. Dopo numerosi rifacimenti e restauri, l’edificio attuale presenta una facciata romanica, caratterizzata da una monofora e da una bifora sopra il portale. L’unica navata dell’interno si chiude ora con un’abside rettilinea, frutto dei restauri del 1959-60 conseguenti ai danni bellici. La Pieve è da sempre stata considerata il primo Museo del Compito, poiché sia in facciata sia all’interno, compaiono diversi materiali antichi di reimpiego; non a caso la raccolta museale del Compito trovò una prima collocazione proprio all’interno della canonica della Pieve.

  

 ORARI

Il Museo Archeologico del Compito è aperto al pubblico da Settembre a Maggio. Le visite guidate, curate da Marzo 2005 dalla Cooperativa Koiné, sono gratuite nei seguenti orari:

  

 lunedì: chiuso

 martedì:  15.00-18.00 (reperibilità)*

 mercoledì: 10.00-12.00 (aperto) / 15.00-18.00 (reperibilità)*

 giovedì:  10.00-12.00 e 15.00-18.00 (reperibilità)*

 venerdì:  10.00-12.00  (aperto) / 15.00-18.00 (reperibilità)*

 sabato, domenica e festivi:  15.00-18.00 (aperto)

 *chiamando il numero 335.6286338 un operatore sarà disponibile ad aprire la struttura entro 15 minuti dalla chiamata 

•Da Giugno ad Agosto aperto solo su prenotazione. Chiuso il Lunedì, Natale e Capodanno

•La visita delle Pieve è possibile previa prenotazione con almeno un giorno di anticipo

•L’apertura della struttura per gruppi al di fuori di tali orari necessita di prenotazione e prevede un biglietto d’ingresso pari a € 2,00

•Per le scolaresche, oltre alla visita guidata, sono proposte diverse attività didattiche

 

 Via San Giovanni, 7 – 47039 Savignano sul Rubicone (FC)

 Tel./Fax 0541.944851

 335.6286338

 info@museodelcompito.com

www.museodelcompito.com

https://www.facebook.com/museodelcompito 

  

 BIBLIOTECA

 Al Museo del Compito è stata nel corso degli anni allestita una piccola biblioteca interna.

 Il suo arricchimento è stato possibile grazie alla collaborazione di enti, fondazioni, istituti di credito e musei di tutta Italia attraverso scambi o donazioni.

 Cataloghi di mostre, monografie, studi specifici di storia dell'arte o archeologia, pubblicazioni storiche compongono la collezione libraria del Compito.

 I volumi raccolti all'interno del Museo sono inseriti nel catalogo OPAC della Rete Bibliotecaria di Romagna e San Marino e sono disponibili per consultazione e prestito. La Biblioteca è accessibile negli orari di apertura del museo.

 La consultazione del catalogo è possibile collegandosi al sito:http://opac.provincia.ra.it/SebinaOpac/Opac

  

 DIDATTICA

 Dal 2005 l'attività didattica, così come le aperture quotidiane al pubblico, è gestita dalla Cooperativa Koiné in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia Romagna e con il Comune di Savignano sul Rubicone.

 Per la valorizzazione del patrimonio archeologico conservato all'interno del Museo, Koiné ha scelto di approfondire alcune tematiche mediante progetti didattici destinati al mondo della scuola, dalle materne alle superiori.

 I progetti prendono spunto dal materiale conservato in Museo e, nella maggior parte dei casi, terminano con attività creative e manuali, realizzate anche in gruppo, per legare l'apprendimento delle nozioni storiche al gioco e alla socializzazione.

 Le proposte seguiranno, indipendentemente dalle modifiche annuali, una logica tematica, così come sotto specificato.

 - Visite guidate al Museo e alla Pieve

 - Lezioni tematiche al Museo: saranno realizzate lezioni a tema specifico legate a reperti, e in generale ai materiali esposti; i temi trattati potranno variare di anno in anno. Le lezioni potranno essere fruite dalle classi sia in abbinamento alla visita, sia in maniera autonoma.

 - Laboratori storico-archeologici: saranno realizzati laboratori specifici per le diverse classi, da tenersi a scuola o al Museo; i laboratori prevedono la partecipazione diretta dei bambini.

 - Laboratori con le scuole materne: si propongono alla scuola dell’infanzia iniziative finalizzate all’approccio dei più piccoli al mondo della storia e del Museo.

 Ogni classe potrà così fruire del Museo attraverso diverse possibilità:

1.visita al Museo e/o alla Pieve;

2.visita al Museo e/o alla Pieve con lezione tematica;

3.visita al Museo e/o alla Pieve con laboratorio manuale;

4.lezione tematica con laboratorio manuale;

5.lezione tematica;

6.laboratorio manuale;

7.visita al Museo e alla Pieve con lezione tematica e laboratorio (giornata archeologica).

Dall'anno scolastico 2015/2016 parte un nuovo progetto didattico: PICCOLI MISTERI FRA I TESORI DI DON G.
Visita spettacolo a cura di Marco Brambini e Paolo Summaria, un viaggio fantastico-pedagogico all’interno del Museo, in cui un gruppo di bambini si trova magicamente catapultato nella risoluzione di alcuni misteri perché nulla è come sembra fra i tesori di don G. I bambini saranno chiamati ad aiutare un commissario e un prete a ricostruire le storie che ci sono dietro ad alcuni reperti e a formulare varie risoluzioni.  
La visita-spettacolo si sviluppa come un vero e proprio spettacolo teatrale interattivo basato sull’empatia e sull’intrattenimento per sollecitare negli spettatori-visitatori, un’esperienza emotivamente coinvolgente in grado di suscitare interesse e partecipazione.

Durata: 1 h
Costo € 6,00 a bambino
Laboratorio consigliato alle classi della scuola elementare e media

 

PERIODO

Tutte le attività proposte possono essere svolte durante tutto l’anno scolastico, dal martedì al venerdì.

  

PRENOTAZIONI

Le attività dovranno essere obbligatoriamente prenotate con almeno una settimana di anticipo, ad eccezione dei progetti speciali per i quali si richiede un preavviso di trenta giorni.

  

VARIAZIONI E PROGETTI PERSONALIZZATI

Ciascuna proposta potrà essere adattata a tutti i cicli scolastici (elementari, medie inferiori e medie superiori) salvo diversa specifica.

Vai in fondo alla pagina per scaricare il libretto dell'attività didattica dell'anno scolastico 2015-2016

  

COMPLEANNO AL MUSEO

Il Museo del Compito propone un modo nuovo ed alternativo ai genitori per festeggiare il compleanno dei bambini. Il festeggiato potrà decidere come trascorrere il pomeriggio scegliendo tra le diverse attività e laboratori del Museo in cui l'aspetto ludico e l'aspetto didattico si fondono insieme per un party veramente originale. Chi lo desidera può avere anche un rinfresco al termine delle attività.

Costi e modalità.

  • solo laboratorio a scelta fra Grande Archeogioco dell'Oca, Caccia al tesoro archeologica, Giochiamo al Museo, Chi vuol essere archeologo, Visita animata (con eventuale rinfresco organizzato autonomamente): 6,00 euro abambino, massimo 25 bambini;
  • solo laboratorio a scelta fra Mosaico, Scavare il passato, La tessitura nell'antichità (con eventuale rinfresco organizzato autonomamente): 8,00 euro a bambino, massimo 25 bambini;
  • cibo fornito dal Museo eccetto la torta di compleanno (crostate, ciambelle, pizzette, spianate patatine, bibite varie non alcoliche): 2,50 euro a bambino

E' necessaria una prenotazione con almeno 15 giorni di anticipo.

 

EVENTI

 Il Museo costituisce un ottimo punto di riferimento per l’informazione turistica del territorio di Savignano. Per instaurare una più stretta relazione tra il bene culturale ed il suo contenitore l'associazione, in accordo con l'amministrazione Comunale di Savignano, ha promosso in questi anni diversi tipi di eventi che richiamassero l'attenzione sul Museo e coinvolgessero cittadini e non in molteplici attività.

 I momenti di incontro sono partiti nel marzo 2005 con la presentazione delle attività e dell'associazione, per poi proseguire in occasione delle Giornate di primavera del FAI, degli Open Day dei Musei e delle Biblioteche di Romagna, della rassegna Dagli Appennini alle Onde, nonché durante i cicli di incontri promossi e realizzati ad hoc per bambini, come “Museo va in scena”, “Museo dei grandi, museo dei piccoli”...

  

ARCHIVIO EVENTI

•inaugurazione attività (2005)

•open day (2005)

•la notte racconta...l'archeologia (2005)

•dagli appennini alle onde (2005-06)

•il museo va in scena (2006)

•dagli appennini alle onde (2006-07)

•assaggi di archeologia (2007)

•dai reperti alla storia (2007)

•museo dei grandi..museo dei piccoli (2008)

•inaugurazione biblioteca (S. Lucia 2008)

•inaugurazione dell'ala restaurata della Canonica di San Giovanni in Compito (2013)

 

Contenuto Mediatico

libretto museo biblio 2015-16

libretto museo biblio 2015-16

libretto museo biblio 2016-17

libretto museo biblio 2016-17